Isole del Egeo Orientale

Isole del Egeo Orientale

Solo dal 1912 queste isole del Mar Egeo settentrionale, vicino alla Turchia, tornarono a far parte della Patria Grecia, a cui sono legati da storia antica, leggende e che hanno dato vita a personaggi come Omero, Epicuro, Pitagora, e Saffo.

Le isole sono, da Nord a Sud, Tasos, Samotracia, Lemnos, Lesvos, Chios, Samos e Ikaria. Ai fini amministrativi e del turismo, si riuniscono proprio come le isole dell'Egeo settentrionale.

La loro storia comincia molto lontano: dal 5000 AC, per continuare fino ai giorni nostri, in quanto queste isole hanno una posizione determinante come ponte perl'est. Storia, cultura, economia, agricoltura e commercio rendono queste isole non meno belle e interessanti per il turismo delle vicine isole del Dodecaneso. UNESCO per Samos sono il porto antico e il Pythagoreion e il tempio ionico dedicato ad Hera, l'Heraion.

Le varie occupazioni, durati secoli, dai Romani ai Bizantini, ai Veneziani, ai francesi, genovesi (Frankokratia), dai Bizantini ai Turchi (Turkokratia), hanno lasciato, come in altre parti della Grecia molti segni, ma la lingua greca e la religione ortodossa mantenuto l'identità greca delle isole.

Per il Turismo, pertanto, offrono molto: belle spiagge, mare pulito, vallate verdeggianti, siti archeologici, ma anche piatti della cucina internazionale e locale, vini e prodotti tipici , come ad esempio mastixa di Chios.

Le isole si raggiungono via ferry o aereo da Atene. Aeroporti si trovano a Limnos, Lesvos, Chios,e Samos.

Trova i migliori alberghi a Egeo Orientale

Booking.com